Assassinio Sul Sentiero Dorato

assasinioSentieroDoratoAssassinio Sul Sentiero Dorato è un divertente noir ambientato negli studi cinematografici holliwoddiani alla fine degli anni trenta. Seconda indagine dello scalcinato Toby Peters, investigatore privato con un fratello poliziotto. Toby si aggira nella Los Angeles di Philp Marlowe, tra le grandi star del cinema, Judy Garland, Clarck Gable, il potentissimo produttore Louis B. Mayer, quello della Metro-Goldwin-Mayer, perché questa volta il delitto è consumato sul set, ormai in disuso, de Il Mago Di Oz.

Kaminsky imabastisce un romanzo comico ricalcando fedelmente il sentiero tracciato da Raymond Chandler con Philip Marlowe: stesse ambientazioni, stessi anni, uguali perfino i moventi del delitto. Ma Toby Peters non è un cavaliere solitario dalla battuta caustaica come Marlowe, è un brav’uomo un po’ impacciato con gli stessi problemi di Philip perché: “C’è qualcosa nella monotonia di Los Angeles che talvolta fa ammattire la gente. Forse è il fatto di arrivare all’oceano e rendersi conto che non si può trascinare la propria vita più in là di così”. Marlowe non ha amici, ha solo il suo ufficio con schedari pieni di aria della California. Toby è più socievole, condivide lo studio con un dentista: “Ho sbagliato quasi sempre, riguardo alla mia vita e alle altre persone. Gli unici ad aver avuto fiducia in me erano stati un dentista miope e sciatto e un nano svizzero”. Durante le indagini Toby incontra anche lo scrittore. Proprio Lui in persona: Raymond Chandler. Raymond segue Toby per trovare ispirazione per i suoi prossimi romanzi, ha già pubblicato Il Lungo Addio. Un gioco di specchi letterario, quasi a dire: il vero Marlowe è il personaggio inventato Toby Peters, Marlowe è la versione romanzata di Toby. Alla fine è il nervo di tutto il romanzo che indaga nel mondo doppiamente finto: set cinematografico che rappresenta il mondo fantastico di Oz.

Roosvelt sta per essere rieletto e gli USA devono decidere se entrare in guerra al fianco degli inglesi contro i nazisti, ci sono un nano morto, Judy Garland, il mago di Oz e una pentola d’ora dove finisce l’arcoboleno: Assassinio Sul Sentiero Dorato un romanzo ironico con una certa portata metaforica. Buon divertimento.

Assassinio Sul Sentiero Dorato di Stuart M. Kaminsky, Einaudi, 179 pp, 8.9€

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer