Danny The Dog (Unlashed)

dannythedogRecensione di Fabrizio Garlaschelli.

Come sempre meglio il titolo originale. Suona come “sguinzagliato”, ma anche liberato. Strano miscuglio, questo film, di generi diversi. Trattato con tecnica minimale, eppure con l’intento evidente, e un po’ presuntuoso, di far riflettere su temi generali di maggior profondità. Danny-Jet Li, allevato come un cane dal gangster Bart e addestrato a combattere ed uccidere, a poco a poco troverà la via del riscatto grazie alla “saggezza pedagogica” di un accordatore di pianoforti cieco e ai buoni sentimenti che si respirano nella sua casa.
Tutto molto di maniera, comprese le scene di sfoggio delle arti marziali (non ho mai capito perché, per quanti siano a contrastare l’eroe, lo affrontano sempre uno alla volta!) però, alla fin fine, piacevole. Il tempo scorre e a volte si sorride per l’ingenuità fumettistica della trama e la scontatezza delle battute, tuttavia si rimane lì, in attesa dell’improbabile finale, senza incazzarsi troppo. Di questi tempi cinematografici è già un successo.

Tutti i dettagli tecnici su IMDB clicca qui

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer