Expo 58

expo58Expo 58 di Jonathan Coe è, più o meno, una spy story  ambientata tra Londra e Bruxelles durante l’esposizione universale del 1958 in Belgio. In piena guerra fredda, un grigio impiegato di un ministero britannico viene inviato a all’Expo per sovraintendere la gestione del pub Britannia all’interno del padiglione del Regno Unito. L’esposizione si svolge in piena guerra fredda e rappresenta un’occasione per l’incontro tra i popoli dei due blocchi. Inevitabile l’interessamento del Kgb, MI6, Cia e tutti gli altri: spioni di tutto il mondo unitevi. In Expo 58 non mancano gli intrighi, le spie e le donne ma tutto è sempre umoristico  di tanto in tanto perfino comico:

“Mr. Foley?”
Thomas annuì. “Certo che sono Mr. Foley. Dobbiamo proprio sciropparci tutta la procedura? Vede qualcun altro che legge il ‘De Standard’ in questo angolo del parco?”
“Sta leggendo la pagin ventitré. Le avevo detto di aprirlo a pagina ventisette.”
“Ci sono solo ventriquattro pagine”
“Oh, davvero? Avrei dovuto pensarci. Maledizione.”

In sostanza nulla ha a che vedere con cupe storie alla Tom Clancy e simili. Una ironia discreta e pacata, Coe invecchiando sembra avvicinarsi a modelli come Jerome, Woodhouse, Waugh o Bennet – tanto per citare qualche nome a caso – diverte e si diverte con leggerezza.  Uno humour che arriva a essere meta letterario, Coe dall’inizio alla fine mette in scena una commedia degli equivoci , più o meno intenzionali, che non è altro che la parodia di tanti romanzi di questo genere. Il mondo delle spie visto da un uomo hitchockianamente inconsapevole di esserci in mezzo, troppo ingenuo o forse troppo poco intelligente per capire cosa sta facendo, perché lo  fa e per chi.

Nel  complesso un romanzo ben scritto, come sempre trattandosi di Coe, divertente ma nulla di particolare. Non è certo una delle opere migliori dello scrittore britannico ma nemmeno delle peggiori.  Consigliato più agli amanti di Dickens che di Ken Follet.

Expo 58 di Jonathan Coe, Feltrinelli, 280 p, 17€, 2013

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer