Flotta di Mondi

flottadimondiFlotta di Mondi è un romanzo di fantascienza che è parte del ciclo Spazio Conosciuto di Larry Niven. In questo capitolo si narra di come i Burattinai abbiano ridotto in schiavitù una colonia di uomini e tegano questi poveracci all’oscuro della loro vera origine terreste. Gli alieni non sono cattivi, sono codardi e temoni i terresti, sono alieni codardi. Del resto anche gli umani sono a loro volta visti come alieni aggressivi da tutte le altre popolazioni che abitano il cosmo. Gli alieni schiavisti in questo caso sono delle caprette bicefale e omosessuali. Queste caprette hanno un’itelligenza superiore, sono dotate di portentose tecnologie ma sono anche un poco fessacchiotti, cosa di cui gli umani furbi approffitano per conoscere la verità. Gli appassionati della “teoria del complotto” troveranno in Flotta di Mondi la conferma alle loro paranoie: sì, gli alieni manipolano la politica della terra.
La trama potrebbe essere interessante come il paradigma che lo sostiene: ognuno lotta per la sopravvivenza; la conoscenza della verità è fondamentale per la coscienza di sè e per il raggiungimento della libertà; nessuno è nel giusto fino all’osso. Putroppo il testo risulta carente almeno su due piani: stilistico e costruzione dei personaggi. Flotta di Mondi è scritto un po’ così così, senza emozioni e a tratti mi sembra anche zoppicante in fatto di costrutti sintattici (forse si potrebbe incolpare la traduzione, ma immagino che avranno fatto il possibile). Più fastidiosi appaiono i personaggi: troppo piatti per risultare interessanti. Subiscono poche evoluzioni e del tutto prevedibili, difficile provare un qualsiasi sentimento e/o identificazione nei loro confronti, solo pedine di una trama dagli spunti in qualche caso interessanti. In questo frangente sono decisamente più intriganti le capre degli uomini, forse gli autori volevano suggerire qualcosa.

Flotta di Mondi di Larry Niven e Edward M. Lerner, Mondadori collana Urania, p. 338, 4.20 euro, 2009

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: