Kafka Sulla Spiaggia

kafkaspiaggiaKafka Sulla Spiaggia è la storia di un quindicenne molto saggio e adulti immaturi accomunati dalla ricerca della senso delle cose, della vita e del mondo in generale. Ci sono tutti gli elementi topici del genere: il viaggio, ponti da attraversare, foreste impenetrabili, spettri e il destino al quale non basta contrapporre la forza di volontà. Murakami arrichisce di la bildung di elementi onirici. La tragedia edipica viene incrociata con le favole. I gatti possono parlare con gli umani, le pietre comunicano, il tempo si dilata contorcendosi su stesso.
Il romanzo è composto da due linee narrative parallele, i protagonisti dell’una e dell’altra non si conoscono e non si incontrano. Da una parte il ragazzino saggio che parla in prima persona, dall’altra Hoshino e Nakata narrati in terza persona. Due linee del destino; la prima seria mentre la seconda quasi comica ma che determina la riuscita dell’impresa del giovane. Alto e basso che si confrontano stilisticamente, fornendo alla storia un andamento tra il serio e il faceto. Cultura e ignoranza sono elementi necessari al compimento degli eventi. Kafka Sulla Spiaggia è fitto di simbolismi spesso, almeno per me, non decifrabili. La scrittura chiara e brillante costruisce un romanzo dai confini incerti, dove ogni lettore può sovrapporre la personale lettura metaforica. “- Vede, signor Hoshima, – riprendo, – intorno a me succedono molte cose. Alcune sono io che le ho scelte, altre assolutamente no. Ma io non capisco più dove sia il confine tra le une e le altre. Mi sembra che persino le cose che credevo di avere scelto, in realtà era stabilito dovessero accadare già da prima. Ho la sensazione di stare seguendo un percorso che qualcun altro ha tracciato per me.” (p. 218) Anche i personaggi si perdono in questo mondo inconpresibile, dove si devono compiere delle azioni ma sfugge il senso generale.
Se una critica può essere mossa a Kafka Sulla Spiaggia, è che nel complesso si tratta di un puzzle dagli incastri perfetti, per quanto onirica la logica è ferrea e un po’ meccanica, ma sono dettagli.

Kafka Sulla Spiaggia di Murakami Haruki, Eianudi collana Supercoralli, p. 522, 20 euro, 2008

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: