La Breve Favolosa Vita di Oscar Wao

vitaoscarwaoLa Breve Favolosa Vita di Oscar Wao narra la storia della famiglia Cabral, che vive sospesa tra la Repubblica Dominicana e gli Stati Uniti. Personaggio centrale è Oscar, un ciccione sfigatissimo, lo stereotipo di tutti i nerd, the king of nerds per dirla con Hornby. Maniaco della fantascienza e del fantasy, vive quasi in un mondo parallelo, dove lui è vergine e tutti gli altri trombano come ricci. Un mondo fallocentrico che non prevede la prsenza di persoanggi come Oscar. La Breve Favolosa Vita di Oscar Wao è più che altro la scusa per parlare del dittatore Trujillo, il solito sanguinario e sessuomane tiranno che affligge il solito paese povero all’ombra della nazione più potente e ricca dell’universo.
Così nel racconto di Diaz, il parallelismo tra fantascienza e regime totalitario è strettessimo, perché è difficile credere che tanto orrore sia possibile in questo mondo. Perché sembra impossibile che anche un ragazzo timido e ciccione possa essere così vessato da tutti quelli che lo circondano. In qualche modo tutto ciò è fantascienza, troppo difficile ammettere che sia reale. La Repubblica Doninicana è il regno incontrastato di Trujillo, è il suo giocattolo personale, dove la vita degli altri non ha nessun valore: “Trujillo era sì un Dittatore, ma era soprattutto un un Dittatore Dominicano, vale a dire che era il Bellaco Numero Uno del Pese. Era letteralmente convinto che tutti i toto della RD fossero di sua proprietà. E’ un fatto dimostrato che nella RD di Trujillo, se appartenevi a una certa classe sociale e permettevi alla tua bella figlia di avvicinarsi al Jefe, dopo una settimana la ragazza gli succhiava già il ripio come una vecchia professionista, e tu non potevi farci niente!” (p. 220) “Vi chiederete perché non vi furono proteste sui giornali, azioni giudiziarie da parte dei movimenti per i diritti civili, manifestazioni dei partiti d’opposizione? Andiamo, negro; non esistevano giornali, movimenti per i diritti civili, partiti d’opposizione, esisteva solo Trujillo” (p. 250)

La Breve Favolosa Vita di Oscar Wao è un roanzo tutto sommato divertente, qualche sorriso ogni tanto lo strappa. Scritto in maniera “brillante”, cioè infarcito di torpiloqui e linguaggio giovanile terrra terra, fa molto “come sono moderno”. Meno felici gli interventi giudicanti dall’alto della voce narrante. E’ un problema solo mio, ma sopporto poco le note e i glossari. La Breve Favolosa Vita di Oscar Wao è zeppo di note e si avvale di ben due glossari.

La Breve Favolosa Vita di Oscar Wao di Junot Diaz, Mondadori piccola biblioteca oscar, p. 346, 9.50 euro, 2009

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: