La Fine dell’Eternità

fineeternitaLa Fine dell’Eternità, capolavoro SF, è praticamente un manuale per capire tutti I romanzi e film ucronici, quelli che parlano di viaggi nel tempo e modifica del reale, da Ritorno al Futuro a I Biplani di D’annunzio
Il romanzo affronta metodicamente, per non dire scientificamente, tutti i problemi connessi alle manipolazioni del passato e le ripercussioni sul futuro. Addentrandosi nei problemi etici e morali del caso, soprattutto cosa succede se viaggiando attraverso i secoli si incontra se stessi?
Asimov opta perché il destino e la vita dell’uomo abbia il suo corso senza interferenze, ciò che deve accadere avverrà, cercare di controllare gli eventi da parte di una ristretta oligarchia non porta nessun beneficio reale. La tecnologia può essere potentete, ma nulla può contro l’amore, variabile inctrollabile perfino per I signori del Tempo. Per dirla con John Lennon: “love is the answer”.
Asimov ha uno stile pacato, mai sopra le righe, né per immagini né per espressioni. In La Fine dell’Eternità non troverete mostri, alieni assetati di sangue, mutanti o altri obbrobri; se non fosse per il tema trattato potremmo considerarlo quasi un romanzo mainstream, non dico Jonatha Coe ma qualcosa di simile.

La Fine dell’Eternità di Isaac Asimov, Mondadori, collana Oscar Bestsellers, p. 238, 8,40 euro, 1996

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer