La gang del pensiero ovvero La zetetica e l’arte della rapina in banca

gangpensieroLa gang del pensiero ovvero La zetetica e l’arte della rapina in banca è un romanzo umoristico.Di questo sono certo. Se non avete almeno una vaga infarinatura di filosofia greca e un pizzico di
di quella teutonica del 1700, probabilmente non troverete comico codesto romanzo.
Eddie Coffin, il filosofo, è una specie di Forrest Gump vizioso. Coffin è: intelligente, brutto, alcolizzato ma soprattutto estremamente fortunato, una specie di Gastone Paperone. Ricorda un po’ la versione brillante del coevo e conterraneo Hyppopotamus.La Gang Del Pensiero Procede per trovate mirabolanti, combinazioni più o meno impossibili, e pure qualche gag ormai classica per descrivere due personaggi in balia del caso. Tutto sommato è diverte e sempre poco credibile. Inattendbile fin dalla voce narrante, in prima persona l’ambiguo, per non dire spregevole, Coffin ci racconta le sue gesta fornendoci la sua versione dei fatti. Coffin (Fischer come autore reale), da bravo erudito di Cambridge, adotta uno stile medio-alto. Con una scrittura a tratti ipotattica, passa dal linguaggio forbito accademico alle più triviali espressioni gergali da strada.
Non è il libro che vi cambia la vita, ma se siete dotati di un certo humor può piacere.

La Gang del Pensiero di Tibor Fischer, Garzanti, collana Gli Elefanti, p. 380, euro 9.80, 1999

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: