Lasciami Entrare

lasciamientrareOscar è il classico adolescente ciccione e timido, vittima delle angherie fisiche e psicologiche da parte di chiunque: compagni di scuola e adulti.
Ad aiutarlo a crescere, a dargli coraggio per reagire al tetro mondo che lo circonda sarà un vampiro. Lasciami Entrare è un curioso romanzo di formazione, dove il passaggio all’età adulta lascia una scia di sangue e delusioni: la perdita dell’inocenza.
La Svezia degli anni ottanta descritta da Lindqvist è una landa desolata. Una società sconfitta dalla solitudine: Famiglie sfasciate, ragazzi sbandati, droga, furti, vecchi soli e alcolizzati. Su tutto grava un’insopportabile cappa di ipocrisia, anche religiosa. Le persone normali, i vivi, sono rappresentati come morti che camminano, sono i loro i veri zombie. Al contrario, il vampiro, a modo suo, porta la vita, apre gli occhi agli sconfitti, li spinge a reagire a trovare una via d’uscita. E’ necessario “lasciar entrare” nella nostra esistenza ciò che è diverso, perché a uccidere sono l’isolamento e la monotonia.
Nonostante ci siano tutte le premesse per pagine grondanti sangue, scene splatter e drammoni patetici, Lindqvist ha il senso della misura e, quasi sempre, riesce a fermasi un momento prima.

Lasciami Entrare di John A. Lindqvist, Marsilio, collana Farfalle, 461 p, 17.50 Euro, 2006

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer