L’Opera Struggente di un Formidabile Genio

oprestruggentegenioDe l’Opera Struggente di un Formdiabile Genio si è parlato molto, soprattutto per dire che contiene un capitolo piuttosto lungo e noioso su MTV: confermo, capitolo lungo, più che noioso è superfluo.
Smarcato il capitolo negativamente celebre, il romanzo si presenta come un torrenziale diario di un giovane americano.
Un po’ flusso di coscienza, un po’ zibaldone, verboso scritto un po’ “come si mangia”. Sullo stile colloquiale ovviamente pesa l’incognita della traduzione.
Non c’è una trama vera e propria. Eggers, in 37 pagine di introduzione, ci tiene a dire che narra solo fatti veri, che L’Opera Struggente di un formidabile genio è veramente la sua vita. Gli credo sulla parola, che la storia sia vera o meno non ha nessuna importanza.
Gli elementi che compongono il quadro sono i quelli classici del genere “ventenne in california”: donne, droga, appartamenti in affitto, lavori creativi, genitori assenti, spiagge e sole. Tuttavia Eggers riesce almeno ad inserire un paio di elementi quasi innovativi: genitori che muoiono di cancro, e fratello maggiore che assume le vesti di genitore per il fratellino.
La descrizione della malattia dei genitori mi sembra la parte migliore del libro, Eggers riesce a descrivere efficacemente la situazione familiare, il dolore e lo straniamento difensivo di chi non è malato.
Morti i genitori, Eggers personaggio si prende cura del fratellino Toph. Proprio in questo rapporto si riscontra una certa originalità del testo. Toph ha circa dieci anni e Dave venti, tuttavia è il maggiore a comportarsi come un bambino. Dave parla molto, cerca di essere padre/madre/amico di Toph. Ma nelle rare occasioni in cui il minore parla si esprime come un vecchio saggio, il piccolo Toph è il vero adulto maturo.
Assistiamo ad uno strano romanzo di formazione, dove Dave sembra rimanere immutato nel corso del tempo, mentre Toph cresce nell’ombra del fratello fino a diventare a sua volta un ventenne, ed è quello il momento di abbandonare la California, dove si erano rifugiati dopo la morte dei genitori.Nel complesso L’Opera Struggente di un Formidabile Genio è un libro piuttosto disomogeneo, composto da capitoli che vivono di vita propria, quasi racconti legati l’uno all’altro da elementi comuni.

L’Opera Struggente di un Formidabile Genio di Dave Eggers, Mondadori, collana Piccola biblioteca oscar, p. 369, 8.40 euro, 2002

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: