MetroBar

MetroBarHeadIl bar nella metropolitana è un’oasi di caldo nei gelidi inverni ed una sauna nelle torride estati. Il locale si distingue per sporcizia, cibo scadente e clientela improbabile, degna di un talk show incentrato sui casi umani. Dietro la cassa bivacca Giorgio il proprietario, un sessantenne unto e grasso che spaccia caffé, biglietti della metro, cibo maleodorante e sigarette anche ai minori di sedici anni. Dietro al bancone staziona, Gino, detto Pongo, nessuno sa perché. Pongo forse non ha trent’anni, è stempiato ma vanta una lunga coda cavallina, denti storti, gialli, e in numero inferiore al dovuto, le ascelle pezzate dal sudore in qualsiasi stagione. Poco più in là c’è Ezio, barista sui quaranta, tarchiato, capelli folti e costantemente arati da un pettine e tenuti in carraggiata da ettolitri di brillantina. Poi ci sono gli habitué. La modella slava, pallida, bionda, grandi occhi azzurri, giovanissima, magrissima e splendida, dalle 11.30 AM alle 12 AM contempla una tazza di cappuccino, ne sorseggia metà e poi scompare, così tutti i giorni. Due uomini di colore, sempre imbottiti come sciatori degli anni venti del secolo scorso, discutono ogni giorno ad alta voce, nessuno ha mai capito su quale argomento, nessuno conosce la loro lingua, loro della nostra sanno solo “Birra”. Il dottor Brambilla fa il suo ingresso alle 11.45, alto, atletico nonostante i settant’anni, è il miglior interprete vivente di Sean Connery che abbia mai visto. Non credo che il Brambilla sia calvo, si rade la piazza per assomigliare al gran scozzese, se si escludono barba e pelata con il buon Sean il dottore ha più tratti in comune con un container piuttosto che con l’attore.
Lo studente al tavolo all’angolo racconta gesta eroiche, quasi si soffoca con una sigaretta
light, mentre cerca di impressionare una ragazzetta paffuta, dalle labbra troppo truccate, il sedere troppo grosso e gli occhi che scrutano senza tregua la selva di brufoli del corteggiatore.
Sospettiamo tutti una pazzesca storia d’amore tra l’aspirante Connery Brambilla e la signora Spinazza, una tonda sessantenne, dai capelli biondi e ricci opera di eroici parrucchieri del centro. La signora Spinazza entra avvolta in un visone alle 11.50 precise, ordina caffè e una pasta secca. Dopo di che, tutti i giorni con enorme sorpresa, incontra Brambilla. Il dottore si profonde in complimenti e attacca uno dei suoi estenuanti monologhi. Siamo tutti grati alla Spinazza, lei è la nostra salvatrice dal quell’imponente rompicoglioni del Brambilla. Il dottore è onnisciente, conosce aneddoti su tutto, ha provato ad elargire la sua sapienza a chiunque, perfino gli extracomunitari, quelli che conoscono solo la parola “Birra”, ogni tanto devono sopportare sermoni di un paio d’ore. Alle 12.05 Brambilla, tutti i santi i giorni, accompagna Spinazza non si sa dove.
Per quanto mi riguarda, sto qui seduto in un angolo, davanti a me questo bar lurido, dove la salmonellosi si tiene alla larga, per paura di infettarsi. Alla mia sinistra la parete di vetro dove posso vedere tutta quella gente con un sacco di cose da fare scomparire nella metropolitana, alla mia destra la varia umanità del bar, davanti a me giornali e riviste, che leggo con interesse maniacale dalle 11 alle 13. In pace con me stesso, in questo bar avvolto nelle nebbie perenni del fumo di sigaretta, segatura a terra e promesse non mantenute.

36 comments on “MetroBar
  1. Pingback: Fragmenta | Un Bicchiere di Qualità

  2. Pingback: Fragmenta | Attaccato al bancone

  3. Pingback: Fragmenta | Amore e Sudore I

  4. Pingback: Fragmenta | Old Fashioned

  5. Pingback: Fragmenta | Mezza Tazza

  6. Pingback: Fragmenta | Prolegomeni

  7. Pingback: Fragmenta | Quasimodo

  8. Pingback: Fragmenta | I Brufoli Dell’Amore

  9. Pingback: Fragmenta | Una pazzesca storia d’amore I

  10. Pingback: Fragmenta | Un Passato in Due Pezzi

  11. Pingback: Fragmenta | Cappuccino Tiepido

  12. Pingback: Fragmenta | No Smoking

  13. Pingback: Fragmenta | Amore e Sudore II

  14. Pingback: Fragmenta | Aroma

  15. Pingback: Fragmenta | Attore

  16. Pingback: Fragmenta | Calipso

  17. Pingback: Fragmenta | Ci Vuole Un Fisico I

  18. Pingback: Fragmenta | Dove Sei?

  19. Pingback: Fragmenta | Il Circolo Gooze’s

  20. Pingback: Fragmenta | Incontri Ravvicinati

  21. Pingback: Fragmenta | Le Ombre

  22. Pingback: Fragmenta | L’Ultimo Amico

  23. Pingback: Fragmenta | Ma Nemmeno di Sì

  24. Pingback: Fragmenta | Maria I

  25. Pingback: Fragmenta | Maria II

  26. Pingback: Fragmenta | Matrioska (Esterno I)

  27. Pingback: Fragmenta | Mister O

  28. Pingback: Fragmenta | Morte di un Imperatore

  29. Pingback: Fragmenta | Niente Sconti

  30. Pingback: Fragmenta | Non dico di no

  31. Pingback: Fragmenta | Ossei Sensei…

  32. Pingback: Fragmenta | Rosei Ricordi

  33. Pingback: Fragmenta | Singing In The Rain

  34. Pingback: Fragmenta | Solo Per i Tuoi Occhi I

  35. Pingback: Fragmenta | Ulixe

  36. Pingback: Fragmenta | Una Scelta Difficile

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer