Mucho Mojo

muchomojoRecensione di Fabio Caramia.

Hap Collins e Leonard Rine, protagonisti di una serie di noir di successo (fra cui l’ottimo Il mambo degli orsi), indagano sulla scomparsa sistematica dal quartiere nero di bambini di colore, poveri e figli illegittimi, spesso di una prostituta. L’indagine porta a una serie agghiacciante di stupri e omicidi che coinvolge persone insospettabili.
Il romanzo, la cui ristampa è stata richiesta a gran voce dai fans italiani di Lansdale, non passa certamente inosservato, per le forti tinte e i registri bassissimi usati spesso dall’autore, considerato lo Stephen King del Texas. Sul valore intrinseco del libro è difficile pronunciarsi. La coppia di protagonisti è azzeccatissima, il linguaggio da scaricatore di porto è intrigante anche se spesso e volentieri l’autore cerca la battuta volgare ad effetto. Colpiscono alcune descrizioni del paesaggio texano per la loro liricità, per la capacità di Lansdale di descrivere la qualità della luce. Un grande noir? Non so, ma lo spasso è assicurato.

Mucho Mojo di Joe R. Lansdale, Einaudi, collana Einaudi. Stile libero. Noir, p. 281, 12.50 euro, 2007

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: