No Smoking

“Le nebbie perenni dei fumi di sigaretta” si sono definitivamente dissolte con l’entrata in vigore della famigerata legge antifumo. Dal capodanno 2005 non si fuma più nemmeno in questo antro tenebroso illividito dalla luce dei neon. Anche i portacenere anneriti dall’uso sono spariti dalla circolazione. Giorgio, il proprietario, ne ha conservato due o tre esemplari sotto la cassa, da usare quando la saracinesca è abbassata per tre quarti. Il bar è ufficialmente chiuso. Ezio spalma lo sporco per terra con lo straccio sudicio, Pongo tira fuori dalla lavastoviglie l’ultima infornata calda di tazzine e bicchieri e Giorgio conta l’incasso riferendo i fatti della giornata al suo amico operatore ecologico – operaio della nettezza metrourbana, come si definisce lui – che, puntuale come il mal di pancia della Rosi, arriva per il bicchiere della staffa. Giorgio versa un cattivo vino rosso per sé e per l’amico, tira fuori le sigarette e ne accende una con voluttà. Gli altri hanno smesso di fumare, tutti, anche Pongo che teneva perennemente la cicca fumosa appoggiata al cassetto semiaperto dove si scaricano i fondi del caffé. Qualcuno deve avergli suggerito che il fumo da il suo contributo al giallo dei denti. Nessuno ha nulla da obbiettare all’intemperanza del proprietario, primo perché è il padrone, secondo perché non frega niente se quello fuma. Si fotta!

I primi giorni sembrava che dovesse scoppiare la rivoluzione. Un esercito d’astinenti, subitamente ripoliticizzati, improvvisava torrentizie rivendicazioni contro il governo e le sue misure repressive. Poi, a poco a poco le acque si sono calmate, e i più moderati si spingono a lodare timidamente il provvedimento a favore della salute pubblica, benché lì sotto, nel bar della metropolitana, fumo delle sigarette o meno, l’aria resti mefitica.

Torna a MetroBar Home

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: