Piccoli Contrattempi del Vivere. Tutti i Racconti

contrattempidelvivereRecensione di Fabio Caramia.

Ho qui fra le mani un libro che in realtà ne contiene tre. Non si tratta di tre romanzi bensì di tre raccolte di short stories, in tutto una cinquantina di racconti, spesso non più lunghi di una strizzata d’occhi. L’autore è Grace Paley, americana, scomparsa lo scorso anno. La sua produzione (è nata nel 1922) è costituita quasi unicamente da queste tre raccolte di racconti scritte tra il 1959 e il 1985: Piccoli contrattempi del vivere, Enormi cambiamenti all’ultimo momento e Più tardi nel pomeriggio che Einaudi raccoglie in un unico volume. In vita la Paley è stata “una pacifista combattiva e un’anarchica cooperativa” (celebre la condanna a una settimana di prigione nel dicembre del 1978, quando con gli “Undici della Casa Bianca” fu protagonista di una dimostrazione anti-nuclearista), come scrittrice era una outsider – una outsider molto apprezzata da generazioni di scrittori e di lettori (fra i suoi fans scrittori del calibro di Philip Roth, Salman Rushdie e Angela Carter).
Le sue sono storie che riguardano principalmente donne e bambini e, incidentalmente, anche uomini (per lo più ex mariti). Storie quotidiane di gente che vive ai margini, in una New York sciatta, violenta e multietnica, storie di “figli piccoli che consolano e di figli grandi che deludono, di mamme sedute al parco e di mamme che muoiono”, per usare le sue parole. Ognuno di questi racconti ha una vita interiore molto più ricca della maggior parte dei romanzi di altri autori: sono affollatissimi e vi accadono un sacco di cose – per lo più buffe o amare, descritte con prosa essenziale, che si possono leggere tra una fermata della metropolitana e l’altra – una inesauribile riserva di piccoli inconvenienti del vivere quotidiano dalla quale attingere coraggio,energia, coerenza e integrità. Ma non perdono.

Piccoli Contrattempi del Vivere. Tutti i Racconti di Grace Paley, Einaudi, collana supercoralli, p. 370, 17.60 euro, 2002

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: