Quasimodo

Nell’angolo più appartato, di fianco all’attaccapanni, era posteggiata vuota la carrozzella del questuante a posto fisso della metropolitana. Con andatura malferma l’uomo aveva spostato il suo grosso corpo sino a una sedia traballante come lui, e lì si era lasciato andare dando un violento colpo al tavolo con il ventre prominente. Ora il cagnetto bianco e nero scodinzola in attesa mentre il padrone si toglie il berretto, di lana nero e bianco in nuance perfetta col cane, buttandolo sul tavolo e chiama con la vociona cupa “panino con la cotoletta, e un bianchino”. Assestatosi meglio sulla sedia, tira fuori dal borsone “Notre Dame De Paris” e si mette a leggere col cane in braccio, mentre le labbra della grossa bocca che gli taglia la faccia in diagonale pendono tremolanti seguendo la lettura. La coda del cane segnala l’arrivo del panino, lo sguardo dell’omone posandosi sul fedele amico si addolcisce e la bocca si distende in un impensabile sorriso, e carezzandolo delicatamente gli porge bocconi del suo panino.

“Checcarino!” squittisce la ragazza truccatissima due tavoli più in là, arrivando per accarezzare il cane col suo sedere grosso e la povera pancia che straborda attraverso l’unico varco concessole, tra la maglietta ed i jeans a cucitura gialla.
Squilla un cellulare e la ragazza si raddrizza per compiere il rito tribale, spostamento del peso su un fianco, schiacciamento del tastino, occhi al soffitto in attesa, sollievo finale. Durante l’operazione l’omone si era ritrovato a fissare perplesso all’altezza del suo naso un minuscolo luccichio che tentava di evadere dal mezzo di tutta quella carne in vista. Un nuovo squillo di cellulare, la ragazza si gira verso lo studente coi brufoli con gesto di Uffa e dice “Si,va bene torno lì”.
L’uomo con il suo cane in braccio riprende la lettura, fino all’ora di punta.

Torna a MetroBar Home

One comment on “Quasimodo
  1. Pingback: Fragmenta | I Brufoli Dell’Amore

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: