Recensione di Michele Ciardelli

Iniziamo con dire che il libro è un giallo, ma molto atipico. Direi irriverente.
Prendete un letterato fallito, alcolizzato e pieno di problemi esistenziali, unitelo ad un uomo di colore alto due metri, possente e gay che va in giro con una ritmo rosa, un cane enorme molto affettuoso e un “giovin scrittore” (come lo definisce l’autore) detto il Vampiro e miscelate il tutto insieme con una forte dose di ironia

Leggi il resto sul blog passeggio

,

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer