#SAC: Sex, Drugs and Rock and Roll

Giuro che l’idea non mi aveva nemmeno sfiorato. Ma oggi è arrivata l’ennesima interpretazione di Sangue Al Cuore. Spiegazione da tossici, che si inserisce nel filone Dylan, The Beatles e altri dove “Mary” non è altro che… la ganja.

La “Queen Mary” di Bob in Just Like a Woman o la “Mother Mary” di Let it Be, giusto per fare un paio di esempi. In sostanza “Mary la bionda, Mary la pazza, Mary la scomparsa” non sarebbe altro che la drrrrroga, Sperelli un tossico all’ultimo stadio che sbarella completamente in crisi di astinenza o qualcosa di simile. A questo punto Clara diventa “eroina” in ambo i sensi. Effettivamente anche il riferimento a Strawberry Fileds sembra andare in questa direzione.

Vista a posteriori le cose, da un punto di vistra strettamente filologico e strutturalista, tornano anche. Ma si sa, tanto per autolodarmi un po’, i migliori romanzi possono essere interpretati in molti modi a seconda di chi li legge, perché alla fine i romanzi li scrivono i lettori.

E va beh Sperelli ricordati che “Queen Mary [is your] friend” e tanto per essere orginali la cover “gregoriana” di Jeff Buckley: “she makes love just like a woman”:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this:
Disclaimer